nutrizionista
“Chi impara a mangiare, impara a vivere meglio” e così il dimagrimento rappresenta la conseguenza naturale del processo di trasformazione graduale e progressivo che il paziente mette in atto migliorando il suo benessere psico-fisico.
Il paziente è valutato dal punto di vista clinico e strumentale (antropometria, impedenziometria, etc.), per conoscere la composizione corporea e lo stato di salute di partenza. La conoscenza della composizione corporea è indispensabile per definire il problema, formulare ed elaborare strategie a misura del singolo paziente, delle sue esigenze, delle sue abitudini e preferenze, supportandolo al meglio nel realizzare il suo cambiamento.
Oltre alla tradizionale ed equilibrata alimentazione mediterranea, particolare importanza riveste l’alimentazione chetogenica in cui la dottoressa Caravelli ha esperienza pluriennale.
Si tratta di una terapia alimentare supportata scientificamente, che riequilibra tutte le alterazioni endocrino-umorali legate all’insulino-resistenza, riducendo e stabilizzando i livelli di insulina.
La chetogenesi attiva i processi di ossidazione dei grassi generando la produzione di corpi chetonici che hanno azione antinfiammatoria e aiutano il paziente a perdere peso in assenza di fame conferendo una sensazione di benessere.
La nutrizione chetogenica ha molte applicazioni oltre che nel campo dietologico (sovrappeso, obesità, diabete di tipo II, sindrome metabolica, dislipidemie, adiposità localizzate, cellulite), anche in campo endocrinologico-ginecologico (PCOS, endometriosi, irsutismo), dermatologico (psoriasi), neurologico (emicranie e malattie neurodegenerative).